Hai considerato il Carico Totale

Carico totale e allenamento

allenamento-carico-totale

Ora che forse la stagione delle gare inizia, bisogna cercare di non farsi prendere dall’agonismo “sfrenato”  e cercare di fare in poche settimane quello che si fa in mesi.

Bisogna considerare che gli allenamenti somministrati al nostro corpo nel periodo di lockdown sono sii stati in tanti casi di qualità e mirati, ma di certo non sono stati totalmente equivalenti al nostro sport.

E da qui dobbiamo partire per pianificare al meglio sia le sessioni allenanti, sia le competizioni.

Pianificare con metodo è questo il segreto, cercando di mettere al centro il concetto di carico totale.

Cos’è il carico totale ?

Semplificando il concetto, il carico totale è la sommatoria di tutti i fattori stressor che andiamo a somministrare al nostro corpo, siano essi indotti (allenamento, dieta, gara) siano essi della normale routine quotidiana (parliamo di age-group) lavoro, viaggi, stress familiare, sonno e il più recente stress da isolamento/distanziamento sociale.

Il concetto di carico totale non è nuovo o meglio è dal 2016 che abbiamo i primi studi primo fra tutti quello fatto dal CIO (Comitato Olimpico Internazionale) che ha valutato i fattori di cui sopra e ha rilevato tatti di infortuni e malattie più elevato rispetto a chi aveva un carico totale  gestito al meglio.

Questo studio pubblicato poi sul British Journal of Sport Medicine si è concluso con le seguenti indicazioni, bisogna monitorare i seguenti fattori per gestire al meglio il carico totale:

  • Carico interno
  • Carico esterno
  • Coerenza fra carico e timing
  • Stress psicologico
  • Viaggi
  • Malattia

Questi sopra riguardanti gli atleti d’elitè, ma se vogliamo riportarle nella quotidianietà degli age-group (per quello che mi riguarda) bisogna aggiungere altri fattori come:

  • Famiglia
  • Lavoro
  • Sleeep management
  • Alimentazione

Solo considerando tutti questi fattori sia i coach sia il medico dello sport può ottenere un quadro completo del carico totale a cui è sottoposto il soggetto.

E’stato dimostrato che il monitoraggio e la gestione del carico totale nel tempo hanno il maggiore impatto sul miglioramento delle prestazioni riducendo al contempo la malattia e gli infortuni.

Ed è qui il segreto per una longevità sia fisica che prestativa, perché per quel che mi riguarda è lì la mia finish-line.

Nei prossimi contenuti affronteremo uno per uno i fattori coinvolti nello studio e cercheremo di capire come gestirli al meglio.

Iscriviti alla NEWSLETTER

Se vuoi essere sempre informato, iscriviti alla mia newsletter GRATUITA qui e seguimi sui mie canali social

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *